CARTESIO

Discorso sul metodo

Parte seconda

La parte seconda si apre con due analogie. L'analogia in generale può essere vista con una proporzione, una somiglianza di rapporti tra termini (ad esempio: mattina:giorno=giovinezza:vita). Cerca di tradurre in due proporzioni anche le analogie usate da Cartesio.

In ogni analogia tra i termini c'è un rapporto in parte di somiglianza (analogia positiva) e in parte di differenza (analogia negativa). Ad esempio tra mattino e giovinezza l'analogia positiva è che si tratta della parte iniziale di un periodo di tempo, quella negativa è che il primo si misura in ore e la seconda in anni. Metti in luce somiglianze e differenze tra i termini precedentemente messi in rapporto.

L'analogia è una forma di argomentazione. Che cosa conclude Cartesio dalle precedenti analogie (positive e negative)?

Come si collegano queste considerazioni iniziali al problema del metodo, successivamente affrontato?

Da quali scienze Cartesio dice di ricavare il suo metodo? Che cosa apprezza e che cosa critica in queste scienze?

Quali sono le regole del metodo cartesiano?

 

Se ti servono dei chiarimenti, prova a scrivere