Autori: Silvia Borso, Alessandra Biffi, Matteo Villa

 

UNITA’ DIDATTICA

INTRODUZIONE AL NOVECENTO COME SOCIETA’ DI MASSA

 

Destinatari: alunni di una quinta liceo scientifico o terza liceo classico (inizio dell’anno scolastico).

 

Prerequisiti: conoscenza a grandi linee della storia dell’Ottocento.

 

Obiettivi:

Conoscenze:

Ø      Conoscere le linee tematiche principali del Novecento come società di massa (i suoi “macroambiti”: modo di produzione e di divisione del lavoro, i consumi, la partecipazione politica e il voto, la vita quotidiana e il tempo libero, il Welfare State, la cultura e la comunicazione di massa, progetti totalitari);

Ø      Conoscere e comprendere le proposte interpretative di alcuni studiosi in merito alla società novecentesca.

 

Competenze:

Ø      Individuare e spiegare alcuni simboli del Novecento come società di massa;

Ø      Prendere in esame i rimandi reciproci tra i “macroambiti” tematici principali del Novecento come società di massa (ad es. tra modi di produzione e di consumo, Welfare State, tempo libero ecc.);

Ø      Confrontare la propria esperienza personale e familiare con le caratteristiche emerse per il Novecento; inserire la propria esperienza in un contesto di categorie storiografiche;

Ø      Sintetizzare le caratteristiche emerse per il Novecento attraverso anche la scelta di un personaggio simbolico;

Ø      Elaborare sinteticamente una voce enciclopedica che descriva un oggetto emblematico del Novecento come società di massa.

 

Tempi: 4/5 ore.

 

Strumenti: la “valigia” del Novecento (miscellanea di materiali reali e virtuali novecenteschi), testi forniti in fotocopia, schemi alla lavagna, manuale in adozione.

 

Verifica: vista la collocazione dell’unità didattica all’inizio dell’anno scolastico, non ci sembra necessario pensare ad una verifica sommativa al termine dell’unità stessa; l’acquisizione delle conoscenze e delle abilità verrà poi verificata nel corso dell’anno scolastico, nel momento in cui verranno affrontati in modo dettagliato i contenuti disciplinari specifici del Novecento. Tuttavia abbiamo previsto una verifica formativa consistente in una sorta di gioco finale, in cui agli studenti verrà richiesto di individuare il personaggio che, a loro giudizio, riassuma il più possibile le diverse caratteristiche del Novecento come società di massa.

 

Modo delle lezioni: la prima lezione sarà impostata in modo frontale, in modo che l’argomento possa essere introdotto più agevolmente e si possano evidenziare in termini più chiari i vari “macroambiti” del Novecento come società di massa; ovviamente però saranno apprezzati e incentivati gli interventi degli studenti (per richieste di chiarimento, pareri personali, proposte di approfondimento). La seconda lezione consisterà in un lavoro di gruppo. La terza lezione sarà dedicata alla presentazione da parte degli studenti del lavoro di gruppo ed alla correzione dello stesso da parte dell’insegnante e degli altri studenti. Nella quarta e quinta lezione si leggeranno testi storiografici di approfondimento in relazione al tema del Novecento come società di massa: il commento a questi testi dovrebbe non solo muovere dall’insegnante, ma essere anche approfondito dalle interpretazioni dei testi da parte degli studenti; il carattere dialogato di queste lezioni sarà sottolineato anche dalla verifica formativa, durante la quale ogni studente dovrà indicare il personaggio che, a suo parere, meglio rappresenta il Novecento come società di massa.

 

Contenuti:

Lezione 1:

Parte prima: presentazione della “valigia” del Novecento e del suo contenuto. La “valigia” contiene:

-         il milite ignoto,

-         il film Tempi moderni,

-         il dipinto Guernica,

-         la valigia dell’emigrante,

-         un aereo,

-         una radio,

-         la pubblicità della zuppa Campbell,

-         i Lager e la bomba atomica,

-         l’architettura metropolitana,

-         il grafico della Borsa nel ’29,

-         la costituzione italiana,

-         l’aspirina e la penicillina.

Spiegazione dei diversi oggetti contenuti nella “valigia”.

Parte seconda: i vari oggetti possono essere organizzati all’interno di “macroambiti” tematici che caratterizzano il Novecento come società di massa:

1.      modo di produzione e consumo,

2.      divisione del lavoro,

3.      partecipazione politica e voto,

4.      vita materiale quotidiana e tempo libero (consumi, sport, vita nelle metropoli, tecnologie, malattie, trasporti)

5.      Welfare State (istruzione, sanità, previdenza),

6.      cultura e comunicazione,

7.      distruzione di massa e totalitarismo.

Un altro “macroambito” a cui si vorrebbe accennare è quello della globalizzazione, anche se esso mette in evidenza più un’apertura al presente, che una categoria concettuale propria del Novecento.

Parte terza: si assegna il seguente compito a ciascuno studente:

“Scegli uno dei sette “macroambiti” precedentemente esposti e individua un simbolo (oggetto, immagine, personaggio, motto o altro) che rappresenti il Novecento in relazione a quello specifico ambito concettuale. Contestualizza il simbolo, individuane le caratteristiche pregnanti e motiva la tua scelta”. Si tenga presente che, nello svolgere il compito, gli studenti dovranno suddividersi in modo uniforme nello scegliere un simbolo appartenente a uno dei sette diversi “macroambiti”, in modo tale che nella lezione successiva si formino sette gruppi uniformi, uno per ciascuno dei sette “macroambiti”.

 

Lezione 2:

Lavoro di gruppo: a seconda dell’oggetto scelto dallo studente per il compito a casa, si devono formare sette piccoli gruppi in relazione ai sette “macroambiti” presentati nella lezione precedente.

Fase 1: all’interno di ciascun gruppo condivisione, confronto e negoziazione a proposito degli oggetti scelti per il compito a casa.

Fase 2: a partire dai simboli scelti e soprattutto dalle loro caratteristiche ogni gruppo dovrà scrivere insieme una voce (breve e chiara) di un’enciclopedia ideale, per definire i vari temi peculiari del Novecento come società di massa.

 

Lezione 3:

Lettura e correzione delle voci enciclopediche.

 

Lezioni 4 e 5:

Presentazione e contestualizzazione di alcuni brani storiografici che mettono in luce, in diverso modo, i caratteri del Novecento come società di massa:

- R. Barthes, Miti d’oggi, Einaudi, Torino 1974, pp. 28-30 (vedi allegato)

- E. J. Hobsbawm, Il secolo breve, BUR, Milano 2000, pp. 381-387 (vedi allegato)

- E. J. Leed, Terra di nessuno, Il Mulino, Bologna 1985, pp. 59-63, 82, 84-86 (vedi allegato).

Lettura e commento in classe di alcuni passi dei brani, lettura dei testi in fotocopia nella loro interezza assegnata a casa.

Gioco finale (verifica formativa): ogni studente deve indicare il personaggio del secolo che riassuma nel modo più chiaro possibile le caratteristiche del Novecento come società di massa.