INTRODUZIONE ALLA STORIA DEL NOVECENTO

 

 

 

DESTINATARI: alunne/i dell’ultimo anno della scuola secondaria superiore.

 

TEMPI: 5-6 ore.

 

PREREQUISITI:

 

·               conoscenza dell’origine geopolitica, dei caratteri e degli sviluppi della cosiddetta “prima rivoluzione industriale”;

·               conoscenza delle linee di sviluppo fondamentali della politica e dell’economia dell’Ottocento;

·               capacità di comprensione e contestualizzazione di un testo storico.

 

CONOSCENZE:

 

·               concetto di “seconda rivoluzione industriale”;

·               concetto di “società di massa”;

 

COMPETENZE:

 

·               saper delimitare e definire il fenomeno della “società di massa” contestualmente alla puntualizzazione delle sue molteplici manifestazioni storiche e sociali;

·               saper cogliere e argomentare i rapporti che intercorrono tra le manifestazioni della società di massa e le emergenze storico-fattuali.

 

 

VERIFICHE: si prevedono sia interrogazioni orali che scritte sul modello della terza prova.

 

 

ORGANIZZAZIONE DEI CONTENUTI DELLE LEZIONI:

 

I ciclo: “La Seconda rivoluzione industriale”.           Tempi: 2 ore.

 

Spiegazione della sua differenza dalla prima Rivoluzione industriale, con particolare attenzione al ruolo di trasformazione culturale ed economica giocato dalle

 

a)      nuove fonti energetiche (elettrificazione), dal potenziamento estensivo della rete ferroviaria (con l’uso di cartine tematiche tratte dalla Storia d’Italia Einaudi - Atlante);

b)      agli effetti di trasformazione sociale (l’affermarsi delle grandi concentrazioni metropolitane) 

c)      dei modi di produzione e di organizzazione del lavoro, con particolare riferimento alla situazione italiana del periodo “giolittiano”.

 

 

II ciclo “La società di massa”.      Tempi: 2 o 3 ore.

 

·               Definizione del concetto con l’ausilio della lettura guidata e commentata di testi filosofici contemporanei al fenomeno (Le Bon, La società di massa) e con la lettura guidata di altri testi saggistici retrospettivi (tratti ad. es. da S. Freud, Psicologia delle masse; E. Jünger, L’operaio; W. Benjamin, Parigi capitale del XIX secolo; E. Canetti, Massa e potere).

 

·               Illustrazione analitica del rapporto tra massa e politica in riferimento storico esemplare

 

a)      ai fatti di Milano del 1898;

b)      alla nascita e all’organizzazione e al ruolo dei sindacati, dei movimenti e dei partiti politici (con relativa mappatura europea del fenomeno);

c)      alla “questione femminile”;

d)      alle poetiche delle Avanguardie storiche (in collaborazione interdisciplinare con i docenti di Storia dell’arte e di Letteratura italiana e di Lingua straniera).

 

 

Testi: manuale adottato e i testi in fotocopia per le letture d’accompagnamento.